Massi sulla provinciale della Val Ceno attorno a mezzogiorno.

 

In un tratto della provinciale della Val Ceno, quello che collega Varsi a ponte Lamberti, già oggetto in altre occasioni di problemi di dissesto idrogeologico,  attorno alle 12:30,  sono caduti dei massi staccatisi dalla montagna sovrastante.

 

Nemmeno le barriere appositamente predisposte sono riuscite a fermarli, hanno così invaso la carreggiata, provocando per fortuna solo piccoli disagi alla circolazione (grazie allo scarso traffico del periodo invernale).

 

I grossi massi che vedete nelle immagini  e nel filmato sottostante  probabilmente si sono staccati a causa dell’innalzamento delle temperature.

 

Il congelamento dell’acqua in mezzo alle fessure dei sassi tende a fratturarli. Il ghiaccio funziona da adesivo fino a che non si trasforma in acqua a causa dell’innalzamento termico, a quel punto i massi si staccano dalla loro sede e cadono a valle, in questo caso sulla provinciale 28 della Val Ceno.

 

Pronto l’intervento dei cantonieri della provincia che hanno ripristinato il transito regolare in poco più di un’ora di lavoro. Per spostare i Sassi è dovuta intervenire anche una pala meccanica.

Fortunatamente nessuno transitava per la strada nel momento della caduta. Anche grazie  a questo non si sono registrati danni a cose o persone   .

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti