CORREVA L’ANNO 1946. ELEZIONI POLITICHE E REFERENDUM ISTITUZIONALE. I RISULTATI IN VALCENO

CORREVA L’ANN0 IN VALCENO – RIPRESENTAZIONE

N. 7 – 13.05.2017 – BY GIUSEPPE BEPPE CONTI

CORREVA L’ANNO…………. IN VALCENO. (N.7 -04 Ottobre 2014)

NOTIZIE TRATTE DAI GIORNALI DELL’EPOCA

ELEZIONI POLITICHE E REFERENDUM ISTITUZIONALE

2 GIUGNO 1946 – I RISULTATI IN VALCENO.

Le elezioni politiche italiane del 2 giugno 1946, furono le prime elezioni della storia italiana dopo il periodo di dittatura fascista, che aveva interessato il paese nel ventennio precedente. Si votò per l’elezione di un’Assemblea Costituente cui sarebbe stato affidato il compito di redigere la nuova carta costituzionale, come stabilito con il Decreto Legislativo Luogotenenziale n. 151 del 25 giugno 1944. Contemporaneamente si tenne un referendum istituzionale per la scelta fra Monarchia e Repubblica. Le consultazioni videro la vittorie del partito centrista della Democrazia Cristiana che si affermò largamente come prima forza politica italiana. L’elettorato di sinistra si divise quasi equamente tra Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria e Partito Comunista Italiano ottenendo complessivamente quasi il 40% dei voti. Nettamente minoritario si rivelò il peso della destra divisa tra liberali (Unione Democratica Nazionale), qualunquisti (Fronte dell’Uomo Qualunque) e monarchici (Blocco Nazionale della Libertà Nella giornata del 2 giugno e la mattina del 3 giugno 1946 ebbe dunque luogo anche il referendum per scegliere fra monarchia o repubblica. I voti validi in favore della soluzione repubblicana furono circa due milioni più di quelli per la monarchia. I ricorsi della parte soccombente furono tutti respinti e le voci di presunti brogli non furono mai confermate. I votanti furono 24 947 187, pari all’89% degli aventi diritto al voto, che risultavano essere 28.005.449. I risultati ufficiali del referendum istituzionale furono: repubblica voti 12 718 641, pari al 54,3%; monarchia voti 10 718 502, pari al 45,7%; voti nulli 1 498 136. Analizzando i dati regione per regione si nota come l’Italia si fosse praticamente divisa in due: il nord, dove la repubblica aveva vinto con il 66,2%, ed il sud, dove la monarchia aveva vinto con il 63,8%.

GAZZETTA DI PARMA – MERCOLEDI’ 5 GIUGNO 1946

IN CITTA’AFFERMAZIONE DEI SOCIALISTI

I DEMOCRISTIANI AL SECONDO POSTO, TERZI I COMUNISTI.

IN VALCENO VINCE LA REPUBBLICA  ma a Bardi si registra una forte affermazione della Monarchia.

REPUBBLICA

MONARCHIA

BARDI

1012

1811

BORE

832

282

PELLEGRINO P.SE

1224

1000

VARANO MELEGARI

529

228

VARSI

1222

930

VALCENO AI DEMOCRISTIANI, I SOCIALISTI AL SECONDO POSTO. A Varano Melegari vincono i Socialisti

BARDI RISULTATI ELEZIONI POLITICHE 2 GIUGNO 1946

COMUNISTI 318
SOCIALISTI 919
CONCENTRAZIONE REPUBBLICANA 41
REPUBBLICANI 42
DEMOCRISTIANI 2041
U.D.N. Unione Democratica Nazionale 124
U.Q. Uomo Qualunque 24

BORE:

COMUNISTI 49
SOCIALISTI 391
CONCENTRAZIONE REPUBBLICANA 6
REPUBBLICANI 91
DEMOCRISTIANI 553
U.D.N. Unione Democratica Nazionale 15
U.Q. Uomo Qualunque 7

PELLEGRINO P.SE:

COMUNISTI 386
SOCIALISTI 722
CONCENTRAZIONE REPUBBLICANA 20
REPUBBLICANI 31
DEMOCRISTIANI 1046
U.D.N. Unione Democratica Nazionale 32
U.Q. Uomo Qualunque 11

VARANO DE MELEGARI:

COMUNISTI 438
SOCIALISTI 621
CONCENTRAZIONE REPUBBLICANA 11
REPUBBLICANI 57
DEMOCRISTIANI 534
U.D.N. Unione Democratica Nazionale 13
U.Q. Uomo Qualunque 37

VARSI:

COMUNISTI 143
SOCIALISTI 676
CONCENTRAZIONE REPUBBLICANA 22
REPUBBLICANI 90
DEMOCRISTIANI 1264
U.D.N. Unione Democratica Nazionale 24
U.Q. Uomo Qualunque 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti