E’ USCITO IL NUOVO NUMERO DEL GIORNALINO “VALCENO”. ORGANO DELLA ANTICA ASSOCIAZIONE FAMIGLIA BARDIGIANA.

Gli operai della Valceno ed in particolare quelli di Bardi, decisero di unirsi in una associazione di mutuo soccorso che chiamarono “Società Operaia di Mutuo Soccorso fra Operai di Bardi”.

Questa Associazione si rivelò subito molto utile e tutti i lavoratori bardigiani  la sostennero sotto ogni punto di vista. Venne inoltre deciso di dotarla di un regolamento.

La Famiglia Bardigiana venne fondata a Bardi nel 1869. Era un periodo molto difficile per l’Italia ed in particolar modo per le famiglie meno abbienti e per i nostri emigranti.

L’aiuto reciproco fra i lavoratori, il mantenimento delle proprie tradizioni, la ricerca e la cultura sono stati i “perchè” di quella che una volta era la Società di Mutuo Soccorso ed oggi è la Famiglia Bardigiana.

Il giornalino Valceno-Famiglia Bardigiana uscì, con i primi numeri, negli anni ’60 del secolo scorso e cessò le pubblicazioni negli anni ’70.

Dal 1980 ha ripreso regolarmente le pubblicazioni.

Attuale Presidente è il Dr. Luigi Fecci.

Per ogni informazione inviare mail: info@famigliabardigiana.org

www.famigliabardigiana.org

3 thoughts on “E’ USCITO IL NUOVO NUMERO DEL GIORNALINO “VALCENO”. ORGANO DELLA ANTICA ASSOCIAZIONE FAMIGLIA BARDIGIANA.

  1. Chi ha fondato il giornale “Valceno” è stato Ettore Tedaldi, mio padre, che ha lavorato tanto per la diffusione e la promozione della cultura bardigiana! Andato via lui da Bardi nel ’68 poi il giornale ha perso “energia”…e si è spento, Grazie per aver ripreso con vigore la diffusione di questo giornale! Buon lavoro!
    Anna Tedaldi

    1. Gentile Anna non la conosco personalmente ma conoscevo molto bene suo padre che era amico del mio. Da due anni sono io il presidente della Famiglia Bardigiana e ho cambiato completamente l’impostazione del giornalino mettendolo a completa disposizione della popolazione di Bardi come strumento di dialogo. I numeri precedenti sono stati raccolti in volumi, dal primo fino a pochi anni fa ed è nostra intenzione completare la raccolta con gli ultimi. A sua disposizione per ulteriori informazioni.
      La saluto cordialmente.
      Luigi Fecci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti