Bardi. 2 luglio. Successo per la presentazione del romanzo di Caterina Soffici.

FOTO GIUSEPPE MAZZADI.

Organizzata dal Comitato Vittime Arandora Star in collaborazione con “Gli Amici della Parrocchia di Bardi” ed il patrocinio del Comune di Bardi, si è svolta nella elegante cornice della Sala Lituania della casa della Gioventù di Bardi, l’attesa presentazione del romanzo della giornalista-scrittrice Caterina Soffici, “Nessuno può fermarmi” sulle vicende romanzate e reali dell’emigrazione italiana in Gran Bretagna  negli anni trenta del XX secolo e durante la seconda guerra mondiale, con particolare riferimento alle tragiche vicende della nave Arandora Star.

Il numeroso pubblico accorso all’evento ha seguito con sempre maggiore partecipazione e commozione “il racconto” di Caterina Soffici che ha fatto rivivere ai presenti, (con piacere erano presenti anche alcuni parenti delle vittime giunti da tutto il nord-centro Italia), attraverso le vicende dei protagonisti Bart e Flo, pagine importanti e sofferte della nostra emigrazione. Hanno accompagnato la presentazione le musiche ed i canti sulla emigrazione e la memoria di Maddalena e Nicola del gruppo Enerbia.

Oltre l’intervento e la presentazione dell’autrice da parte del responsabile del Comitato Arandora Star di Bardi Beppe Conti, hanno portato il loro saluto i Sindaci di Bardi Valentina Pontremoli, di Borgo Val di Taro Diego Rossi e Romeo Broglia da sempre collaboratore del Comitato.

Al termine Caterina Soffici ha firmato molte dediche sui romanzi “andati a ruba”, mentre gli Amici della Parrocchia di Bardi hanno preparato un ottimo rinfresco molto apprezzato.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti