MANIFESTAZIONE DELLE SARDINE A BORGOTARO – 12 GENNAIO 2020

 

 Comunicato letto domenica sera 12 gennaio 2020, alle 19.30, in piazza Manara a Borgotaro all’incontro Valtarononsilega. Hanno partecipato 270 persone certe.
 Le piazze stanno alle Sardine come l’acqua ai pesci. Anche a Borgo Val di Taro abbiamo un gioioso e determinato banco di Sardine!
Prendiamo parte all’onda partita da Bologna senza odio, a testa alta, e facciamo vedere che #laValtarononsiLega.
Con la paura vincono i fascismi, con la paura non si difendono i diritti.
Stasera nuotiamo insieme in piazza per chiedere, con orgoglio, un Paese più giusto nei valori e nelle opportunità con un futuro sostenibile. Siamo scesi insieme in piazza per dire che non ci stiamo a vivere immersi nell’odio e nelle divisioni, che vogliamo una società che accoglie tutti e dove poter nuotare in libertà.
Questo vuole essere la piazza di stasera che ci permetterà di condividere, conoscerci, fare passi tutti insieme per nuotare in profondità senza abboccare.
La regola è sempre la stessa: nessuna violenza, nessun insulto, nessuna bandiera.
 
Perche’ siamo qui?
Non siamo qui contro qualcuno, poiche’ cerchiamo di non avere nemici.
Non siamo qui per difendere o promuovere una parte politica, ognuno raccoglie cio’ che semina.
Noi siamo qui per difendere la Politica, quella vera, quella che discute dei problemi reali delle persone.
Quella che si occupa di costruire una societa’ equa e solidale.
La morte della politica e’ confondere i problemi con le persone, dividere con odio le persone discriminandole, per provenienza, razza, sesso, colore, pensiero, fragilita’ o solo perche’ sono piu’ povere di altri o piu’ marginali di altre.
IL VERO CRIMINE DELLA POLITICA E’ NON OCCUPARSI DI CHI HA BISOGNO E APPROFFITARSI DELLA PROPRIA POSIZIONE DI POTERE PER COSTRUIRE NELLA NOSTRA TESTA I NEMICI ANIMATI DALLE NOSTRE PIU’ PROFONDE PAURE.
Per questo oggi siamo qui per difendere i diritti di tutti e per sollecitare la politica ad occuparsi dei bisogni delle persone.
Bella ciao, non e’ un grido di guerra! Anche se ricorda un tragico periodo del Nostro paese, ma e’ la canzone che rappresenta tanti giovani che hanno con coraggio lottato per un paese libero e per l’uscita dal regime che per vent’anni ci aveva educati e obbligati in un incubo fatto di odio, violenza e nella cultura del nemico.
Mai piu’!
Ricordiamo a tutti l’appuntamento del 19 a Bologna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti